Noctua Edizioni

 

Contatti

 

Acquisti

 

 

Pagina iniziale

                                 

      

FILOSOFIA

 

POLITICA

 

STORIA

 

SAGGI

 

NARRATIVA

 

POESIA

 

TEATRO 

 

AFORISMI

 

MONTAGNA

 

DOCUMENTI

 

GENIUS LOCI

 

Normali per forza

Cesare Ferri

pp. 136 - € 15,00

 

[...] I testi delle commedie hanno destato in noi un sentimento d'inquietudine per la presa di coscienza espressa dall'autore nei confronti dell'alienazione sociale di cui tutti, più o meno, siamo vittime in questa nostra società frenetica, edonista e consumista. [...]

Pierandrea Saccardo, "Il Giornale d'Italia", 14 gennaio 2003

 

[...] Il drammaturgo milanese, autore anche di scritti storici, con Normali per forza (raccolta di quattro commedie) segue le fila tracciate con Caos (Editrice Barbarossa, 1995) e Teatro (Noctua, 2001), ribadendo la sua posizione di nichilista "attivo" di fronte al male di vivere. Per Ferri è necessario reagire a una vita alienante rimanendo fedeli a se stessi, senza lasciarsi travolgere dalla realtà che ci circonda.[...]

"Il Domenicale" - Settimanale di cultura, 8 febbraio 2003

 

[...] Quattro commedie che ricorrendo a dialoghi apparentemente illogici, mettono ancora più in evidenza il procedere scomposto della disperazione e della banalità [...].

Nadia Susetto, "Il Monviso", 15 novembre 2003

 

Il teatro di Cesare Ferri, ricorrendo a dialoghi spesso incardinati su un’apparente illogicità, riesce, come già nei suoi precedenti lavori, a mettere in risalto – grazie anche alla trama particolare – il procedere scomposto della disperazione, dell’insensato e della banalità. In quattro quadri d’ambiente egli ci consegna agili frammenti di quell’alienazione lucida che, di volta in volta, genera la santa follia dell’ingenuo (in Normali per forza), infonde il coraggio di essere se stessi (ne I mostri), suscita il terrore della scelta (in Né qui né là) e, per ultimo, spinge alla difesa del proprio ideale (in Così va il mondo).

Alienazione lucida, si diceva poco prima. Dobbiamo quindi, a questo punto, prendere effettivamente in considerazione la possibilità che un intero universo antropologico versi in quella situazione di incurabilità generale di cui ha discorso lo psicanalista James Hillman, il che porta di conseguenza a dire che oggi in Occidente a prevalere è una normalità patologica. [Dall'Introduzione]

 

Noctua Edizioni      Contatti - Acquisti - Pagina iniziale