Israele contro roma

Dagoberto Bellucci

pp. 124 - € 12,00

.

 

Il Giudaismo, e più tardi il primo Cristianesimo, rappresentarono per la civilizzazione ellenica e romana propriamente motivo di scandalo per via della loro intransigenza, del loro cieco fanatismo.
Il Giudaismo in particolare verrà percepito dai Greci e dai Romani come un elemento assolutamente estraneo e sovversivo a causa della rigida legislazione esclusivista che – dal mosaismo passando per il profetismo più esaltato – avrebbe sempre più reso diverso ed ostile il popolo d’Israele rispetto alle società pagane spingendo la casta sacerdotale rabbinica a moltiplicare i propri sforzi per escludere, emarginare, alienare gli Ebrei rispetto alle altre nazioni. (Dal testo)